Il tuo browser non supporta JavaScript!

Economia e management

Concorso comune di Venezia 28 istruttori amministrativi (Cat. C) (G.U. 16 luglio 2021, n. 56)

Luigi Tramontano

Libro

editore: Maggioli Editore

anno edizione: 2021

pagine: 688

Il volume è un utile strumento di studio per la preparazione a tutte le prove previste dal bando indetto dal Comune di Venezia per 28 Istruttori amministrativi (Cat. C), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 16 luglio 2021, n. 56. La selezione dei candidati avverrà attraverso le seguenti prove: prova preselettiva (in caso di alto numero di candidature): test a risposta multipla ; prova scritta: test a risposta multipla o sintetica o elaborato; prova orale: colloquio sulle materie indicate e verifica della conoscenza della lingua inglese e delle applicazioni informatiche più diffuse. Il manuale presenta in maniera chiara e approfondita gli argomenti che saranno oggetto di tutte le prove: Ordinamento istituzionale e contabile degli Enti Locali; Elementi di Diritto Amministrativo; Documentazione amministrativa; Trasparenza, Anticorruzione e Tutela dei dati personali; Pubblico impiego. Nella sezione online (che è parte integrante del volume e la cui lettura è indispensabile per completare la preparazione), raggiungibile seguendo le istruzioni in fondo al libro, saranno disponibili: Appendice normativa; Aggiornamenti; Simulatore online; Quiz di lingua inglese; Teoria e quiz di informatica.
28,00

La grande ricchezza. Come libertà e innovazione hanno reso il mondo un posto migliore

Deirdre N. McCloskey

Libro: Copertina morbida

editore: Luiss University Press

anno edizione: 2021

pagine: 216

Negli ultimi tre secoli l'Occidente prima, e poi il mondo intero, sono cambiati in meglio. Una trasformazione esponenziale e radicale che, sulle ali dell'innovazione tecnologica e sociale, ha portato a un benessere senza precedenti e a un arricchimento diffuso del tremila per cento. Secondo Deirdre Nansen McCloskey tutto ciò non è stato reso possibile dalla sola scienza, né dall'accumulo di capitale, tantomeno dalla coercizione di qualche governo, dallo sfruttamento della schiavitù o da qualche inesistente superiorità degli europei. No, a favorire il cambiamento sono stati gli ideali di libertà e uguaglianza che sono comparsi nell'Europa del Diciottesimo secolo e che hanno consentito, diffondendosi rapidamente, l'esplosione dell'innovismo - secondo McCloskey, la capacità di mettere creatività e ingegno al servizio del benessere, resa possibile dalla libertà economica e personale. Con "La grande ricchezza" McCloskey ripercorre le vicende storiche del liberalismo in senso classico - quello che Adam Smith definiva "l'ovvio e semplice sistema della libertà naturale" - mostrando come libertà economica, politica e personale, idee che non appartengono né alla destra né alla sinistra, siano state le inscindibili basi di crescita e sviluppo. McCloskey mostra anche come, nel secondo dopoguerra, la diffusione dei grandi ideali antiborghesi abbia rischiato di mettere l'innovismo in seria crisi, ma è proprio ripartendo dallo spirito delle origini che il mondo potrà riprendere il cammino verso un futuro di uguaglianza e benessere. Postfazione di Paolo Silvestri.
20,00

Vivi smart. Perché il denaro può dare vita a una rivoluzione e come fare per metterla in atto

Alberto Dalmasso

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2021

pagine: 128

Pensateci. Qual è lo strumento che usate di più nella vita di tutti i giorni? No, non è lo spazzolino, né l'automobile, e nemmeno la moka. È qualcosa allo stesso tempo di immateriale e di tangibile, che può essere contenuto in un caveau gigantesco o in una piccola tasca, sotto forma di numeri binari o di cilindretti dorati. Qualcosa, soprattutto, che vi permette di accedere a cibo e medicine, concerti e gite fuori porta, libri e serie tv; salute e felicità. Si tratta del denaro, uno degli strumenti tecnologici più rivoluzionari della storia dell'uomo: ricordarlo sarà sempre più importante nei prossimi anni per lo sviluppo della società. Perché il denaro, nel suo accumulo, non ha alcun valore; ha valore solo nell'utilizzo. Da questa considerazione parte Alberto Dalmasso, co-fondatore e ceo di Satispay, per guidarci a una visione innovativa del denaro che è anche una filosofia di vita e di relazione con il mondo. Alternando le proprie riflessioni al racconto della nascita e della straordinaria affermazione di Satispay, spunto dopo spunto Dalmasso ci sfida a reimmaginare il nostro quotidiano, a dare vita a nuovi spazi di lavoro, nuove procedure per scambiare idee e informazioni, nuove forme di azienda completamente diverse da tutto ciò che è esistito sinora. Per creare modi di pensare e agire sempre più efficienti, rapidi e convenienti per tutti; in una parola, sempre più smart. "Vivi smart" è insieme un pamphlet critico, un manifesto e una storia di successo scritta per ispirare altre storie di successo. Un invito a rivolgersi con sguardo nuovo agli inerti bacini di risorse - mentali, economiche, progettuali - che ci circondano e ad aprire finalmente le chiuse, perché quelle potenzialità si mettano in movimento trasformandosi in energia, intuizioni, ambizioni; in una rivoluzione che, come un fiume inarrestabile, ci trasporti in un mondo nuovo.
15,00

Una rivoluzione discreta. La fabbrica e l'ecosistema. Viaggio nella Quarta Rivoluzione industriale in Emilia-Romagna

Lorenzo Ciapetti

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2021

pagine: 208

A che punto siamo della Quarta Rivoluzione industriale? L'internet delle cose permette la comunicazione tra le macchine e prodotti sempre più digitali. L'intelligenza artificiale aumenta costantemente la capacità dei robot di sostituire il lavoro umano. Dentro una traiettoria di trasformazione tecnologica globale, l'Emilia-Romagna, regione a elevata specializzazione manifatturiera, offre un punto di osservazione privilegiato per comprendere il cambiamento. Un'ampia base dati e un viaggio in profondità all'interno dello storico distretto della meccatronica illustrano le enormi opportunità, nonché le persistenti contraddizioni e i divari della Rivoluzione 4.0. Le traiettorie di cambiamento osservate confermano un'evoluzione «a passi discreti» in cui convivono lavoratori e robot, grandi volumi e piccole serie. In una rivoluzione ancora incompiuta, le imprese sono chiamate a investire in accresciute e più ampie competenze per ripensare i processi e le architetture di prodotto in chiave digitale e sostenibile. La competizione dentro le catene globali del valore richiede altresì di preservare reti di fornitura che riducano il rischio di eventi estremi. Si tratta di sfide che possono essere affrontate facilitando la transizione digitale dei distretti industriali e rafforzando l'ecosistema regionale di infrastrutture per l'innovazione e per le competenze, attraverso una sincronizzazione delle strategie di trasformazione con i principali ecosistemi industriali europei. L'industria della Via Emilia, grazie alla capacità di gestire complessità, flessibilità e reti, rappresenta un laboratorio cruciale per il futuro del lavoro e dell'innovazione nella prossima fase della Rivoluzione 4.0.
18,00

Il sistema finanziario europeo. Cosa regolare, come regolare, chi deve regolare

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2021

pagine: 128

Ai quesiti posti dal titolo del volume è diventato sempre più difficile rispondere da quando, ormai da alcuni decenni, i diversi segmenti dell'attività finanziaria - tradizionalmente svolti da intermediari specializzati specificamente regolati - sono andati avvicinandosi, integrandosi e quasi confondendosi. La risposta è ora resa ancora più ardua per l'avvento di innovazioni e piattaforme tecnologiche che hanno profondamente rimescolato strutture contrattuali, mercati e intermediari, rendendo più incerti e complessi i compiti dei singoli regolatori e più aleatorio l'enforcement delle norme. Il volume raccoglie i punti di vista e le proposte di accademici ed esponenti delle più importanti autorità di vigilanza europee. Le indicazioni fornite sembrano sicuramente orientate a far leva su un utilizzo esteso della tecnologia, un po' meno nell'affrontare il problema di una disciplina unificante o di una semplificazione normativa di un mercato ormai divenuto un «nodo avviluppato», come viene definito in uno dei saggi qui pubblicati.
14,00

Né intelligente né artificiale. Il lato oscuro dell'IA

Kate Crawford

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2021

pagine: 320

Chiunque acquisti su Amazon, interroghi Alexa, ricorra a Siri, condivida sul cloud, navighi su Google, interagisce con l'IA: non un raffinato software immateriale bensì una megamachine che saccheggia risorse naturali, lavoro umano, privacy e compromette l'eguaglianza e la libertà. La immaginiamo come qualcosa di astratto, un asettico amalgama di algoritmi, hardware, dati mentre essa implica una materialità, per lo più ancora opaca, che richiede gigantesche infrastrutture produttive: dai cavi sottomarini che congiungono i continenti ai dispositivi personali e loro componenti, dalla trasmissione di segnali che passano nell'aria all'approvvigionamento di dati estratti da ogni piattaforma e dispositivo che utilizziamo ogni giorno. Per renderla tangibile questo libro ci accompagna in un viaggio attraverso siti minerari, fabbriche, centri logistici e data center necessari a farla «funzionare», mostrando quanto essa comporti lo sfruttamento di enormi quantità di risorse naturali e di lavoro umano e come essa influenzi la vita di miliardi di persone spesso al di fuori di una regolamentazione e di un controllo democratico. La sua fattibilità e sostenibilità dipendono quindi dai limiti che sapremo porre al suo potere.
20,00

Le origini della pianificazione sovietica 1926-1929

Edward H. Carr

Libro: Copertina morbida

editore: Pgreco

anno edizione: 2021

pagine: 356

1929, anno di svolta per la Russia sovietica che collettivizza l'agricoltura, mentre il regime staliniano sempre più si consolida, modificando profondamente e in maniera duratura le relazioni con i Paesi del mondo capitalistico. Basato su una sterminata documentazione, il presente volume prosegue l'analisi della diplomazia sovietica e approfondisce i rapporti che l'URSS intrattiene con i partiti comunisti degli altri Paesi capitalistici: Gran Bretagna, Germania, Francia, Italia, Polonia, USA e Giappone. Ma, allo stesso tempo, indaga anche accuratamente la situazione interna di quegli stessi partiti.
22,00

Sei lezioni sulla moneta. La politica monetaria com'è e come viene raccontata

Sergio Cesaratto

Libro: Copertina morbida

editore: DIARKOS

anno edizione: 2021

pagine: 464

Con rinnovata passione civile e ironia intellettuale l'autore delle "Sei lezioni di economia" introduce i lettori al ruolo della moneta e della politica monetaria. Avvalendosi del contributo di qualificati studiosi, legati in particolare alle banche centrali, e del pensiero economico eterodosso, le lezioni smontano la visione della politica monetaria dei libri di testo. In tal modo non solo si offre a studiosi e studenti, a politici e giornalisti, ed a cittadini e militanti interessati ai temi sociali uno strumento per comprendere le decisioni monetarie, in particolare quelle della BCE, ma si fornisce un'ulteriore prova della fallacia delle teorie economiche dominanti. Le analisi del libro intrecciano le spiegazioni analitiche con le vicende della crisi finanziaria e l'impatto economico della pandemia, con uno sguardo particolare al futuro dell'Europa e del nostro paese.
20,00

Ricchi/Poveri. Storia della diseguaglianza

Pierluigi Ciocca

Libro: Copertina morbida

editore: Einaudi

anno edizione: 2021

pagine: 176

Con le competenze di un economista e la curiosità di un antropologo, Pierluigi Ciocca traccia una storia della diseguaglianza: dal Paleolitico ai Sumeri, dagli Etruschi all'Antica Roma, fino all'Età moderna e contemporanea. E mostra come ricchezza vs povertà sia una diade che per vie diverse - il potere, il bottino, il profitto - ha da sempre contrassegnato la vita dell'uomo. Oggi il divario tra ricchi e poveri è più profondo che mai. E la povertà estrema, diffusa anche nei Paesi avanzati, costituisce una piaga economica oltre che sociale e politica. Di fronte a questo dramma - e a una pandemia che ha tragicamente acuito squilibri e rivendicazioni - l'umanità non è però condannata alle divisioni che la turbano: decisivi saranno il ritorno alla crescita, gli interventi dello Stato e un diverso welfare state. In un'accezione immediata, intuitiva, povero è colui che non dispone delle risorse necessarie a soddisfare i bisogni essenziali. Ricco, al contrario, è colui che possiede denari, beni, sostanze e mezzi molto maggiori di quanto gli occorra per vivere in modo normale. Partendo da un'approfondita disamina storica, Pierluigi Ciocca affronta un tema sempre più attuale: le diseguaglianze, infatti, non sono solo un problema morale, ma anche un freno allo sviluppo.
15,00

Capire la personalità dei clienti. Neuromarketing e AI per far crescere il proprio business

Drew D'Agostino, Greg Skloot

Libro: Copertina morbida

editore: Hoepli

anno edizione: 2021

pagine: 274

"Capire la personalità dei clienti" illustra un nuovo campo dell'intelligenza artificiale pronto a risolvere il problema di tutti i comunicatori: come farsi ascoltare in un mondo iperconnesso, caratterizzato da tempi di attenzione sempre più ridotti, calo della fiducia nel prossimo e crescita della diffidenza nelle informazioni. Unendo il machine learning all'analisi dei dati, alla psicologia comportamentale e alle tecniche di neuromarketing, l'AI della personalità aiuta marketer, pubblicitari e creativi a comunicare in modo perfetto, emergendo dal rumore di fondo grazie all'empatia, alla creazione di rapporti di fiducia con i propri clienti per creare relazioni più valide e redditizie sia per i brand sia per i consumatori. I lettori scopriranno cos'è e come funziona l'AI della personalità, vedendo anche le sue dirette applicazioni in una strategia data driven, e imparando a comprendere i diversi tipi di personalità all'interno di vari contesti: comunicazione, vendita, recruiting, formazione, team building e molto altro. Oltre a offrire consigli pratici per utilizzare questa tecnologia in modo da accelerare la crescita, rafforzare le relazioni, comunicare in modo più efficace e raggiungere risultati migliori, il volume fornisce anche importanti considerazioni riguardo all'uso dell'AI della personalità in ambito etico.
27,90

Future of work: le persone al centro. Costruire il lavoro e la società del futuro

Stefano Besana

Libro: Copertina morbida

editore: Hoepli

anno edizione: 2021

pagine: 202

Quali scenari caratterizzano il futuro del lavoro? Sono possibili nuove forme organizzative? Quali sono gli approcci di maggiore successo e le lesson learned delle aziende che ce l'hanno fatta? Quali, infine, le barriere che impediscono una trasformazione concreta, efficace e duratura delle organizzazioni? "Future of work"risponde a queste e ad altre domande proponendo innovative riflessioni attorno ai concetti di resilienza, trasformazione, agile, holacracy, automazione e intelligenza artificiale applicata alle organizzazioni. Ma soprattutto mostra l'effetto strategico di un nuovo umanesimo organizzativo: un approccio caratterizzato da trasparenza, partecipazione ed equilibrio, nella convinzione che il prossimo futuro sarà dominato dalle imprese che saranno capaci di valorizzare il potenziale nascosto nell'energia, nella passione e nella motivazione delle persone e di costruire allo stesso tempo valore per l'intera società. Casi studio e importanti contributi di docenti universitari e professionisti completano il manuale, rendendolo una guida per leader, manager e responsabili delle risorse umane, per capire come creare nuovi modelli di lavoro più inclusivi, collaborativi e a misura di donna e di uomo.
19,90

Capitalismo in quarantena. Pandemia e crisi globale

Anselm Jappe, Sandrine Aumercier, Clément Homs, Gabriel Zacarias

Libro: Copertina morbida

editore: Ombre Corte

anno edizione: 2021

pagine: 126

Questo lavoro è stato pubblicato in Francia quando stava terminando la prima ondata di coronavirus, ma il tempo trascorso non ne sminuisce l'attualità né l'efficacia del metodo con il quale analizza la crisi pandemica. Si propone infatti di confrontarsi non su questioni contingenti, ma di mettere in relazione i più recenti accadimenti socio-economici e politici con una riflessione sul tema del rapporto tra capitalismo e condizione pandemica. La tesi su cui insiste è che siamo di fronte a una pandemia socio-naturale legata al capitalismo e alla sua crisi strutturale (economica, sociale ed ecologica), che data dall'inizio degli anni Settanta. Il virus non è la causa della crisi globale della società capitalista mondiale, ma piuttosto un suo acceleratore, che getta inoltre una luce impietosa sulle logiche economiche, politiche e di controllo che governano la nostra società. La crisi pandemica e i relativi interventi pubblici sono dunque letti guardando all'insieme del processo di crisi fondamentale, al rapporto capitale/ Stato, alla crisi della valorizzazione e al ruolo delle politiche pubbliche nel "governo" dei processi in corso. In questi mesi, la gestione dell'epidemia è stata spesso ondivaga, stretta com'era tra gli imperativi inconciliabili di salvare le vite (senza le quali non c'è economia) o l'economia (senza la quale, in un regime capitalista, non si possono salvare le vite). Ora si crede di aver salvato capra e cavoli con i vaccini. Ma basterà un liquido a salvare l'umanità e il capitalismo allo stesso tempo?
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento