Il tuo browser non supporta JavaScript!

Psicologia

Il padrone e il suo emissario. I due emisferi del cervello e la formazione dell'Occidente

Iain McGilchrist

Libro: Copertina rigida

editore: UTET

anno edizione: 2022

pagine: 941

Emisfero destro ed emisfero sinistro: una delle poche cose che tutti sanno è che il nostro cervello è anatomicamente diviso in due metà. Già gli antichi greci speculavano sulla possibile esistenza di un cervello bipartito, ma oggi siamo ormai al luogo comune, che tutti hanno sentito o letto da qualche parte, secondo il quale l'emisfero destro, quello "femminile", sarebbe adibito alla creatività e alla sensibilità, mentre quello sinistro, più "maschile", sarebbe predisposto alla logica e alla praticità: due modi inconciliabili di vedere il mondo. Ma qual è la vera natura di questa dicotomia? Quanto c'è di scientifico e quanto di impreciso o fuorviante? Lo psichiatra, neuroscienziato e studioso di letteratura Iain McGilchrist ha dedicato una vita di studi a questo problema, ricavandone una tesi tanto affascinante e profonda quanto rigorosa e solida, basata su un approccio interdisciplinare che spazia da Platone a Freud, da Shakespeare a Roger Sperry, neuroscienziato vincitore del Nobel per le sue ricerche sulla specializzazione emisferica. Secondo McGilchrist, ciascun emisfero decifra la medesima realtà in un modo coerente, ma incompatibile con quello dell'altro: l'emisfero destro fa esperienza del mondo nella sua interezza e complessità tralasciando i dettagli, mentre l'emisfero sinistro è analitico ma per forza di cose frammentario. Quale delle due modalità guida il nostro comportamento? In Il padrone e il suo emissario, McGilchrist racconta l'inevitabile lotta per il potere di cui i due emisferi sono protagonisti. I segni di questo confronto sono rintracciabili nella storia della nostra civiltà, e ancora ben visibili nei contrasti che animano la cultura occidentale contemporanea. Oggi, in un mondo sempre più disincarnato e dominato dalle tecnologie digitali, sembrerebbe che l'emisfero sinistro stia prendendo pericolosamente il sopravvento su quello destro, forse cambiando per sempre il nostro modo di pensare e di comprendere la realtà in cui viviamo.
40,00

Il tempo del Noi. Giganti del pensiero che ci hanno indicato la via

Daniela Lucangeli

Libro: Copertina morbida

editore: Mondadori

anno edizione: 2022

pagine: 156

«La prima volta che ho preso coscienza di essere un Noi è stata quando, abbracciando mia madre dopo uno spavento spaventosissimo, ho sentito intera la grazia di essere figlia. Lo spavento spaventosissimo è stato dimenticato, ma non quell'abbraccio. Io e lei, lei e io... e noi che dello spavento ci facevamo beffe tra lacrime e sorrisi.» L'intuizione avuta allora - non esistiamo se non nella relazione - si è poi trasformata per quella bambina nella consapevolezza perpetua e pervasiva di essere in ogni istante parte di un Noi. A livello personale (come figlia di, madre di), a livello umano (come vivente tra i viventi, ciascuno parte di un più grande organismo), a livello culturale... Da quel momento sono passati anni, la bambina è diventata una professoressa di Psicologia dello sviluppo, esperta di strategie di supporto ai disturbi del neurosviluppo, ma non ha perso quella visione d'insieme. Sente nitidamente che il suo sguardo sul mondo, il suo sapere odierno sono anch'essi parte di un Noi: un Noi che travalica il tempo e lo spazio, figlio e frutto di alcuni «abbracci» speciali. Abbracci di giganti del pensiero, singoli che hanno oltrepassato il limite dell'io regalando a noi il loro passo oltre l'ostacolo. Ne "Il tempo del Noi" Daniela Lucangeli dialoga con otto di loro (da Maria Montessori ad Anna Freud, da don Lorenzo Milani a Friedrich Fröbel) sui temi che più le sono cari - l'educazione, la vulnerabilità e il talento, la pace - facendo emergere come, e perché, alcuni individui hanno cambiato per sempre la struttura del sapere collettivo. Accendendo doni che hanno permesso al Noi successivo di camminare in pienezza di luce.
18,00

Psicoterapia con l'emisfero destro

Allan N. Schore

Libro: Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2022

pagine: 382

Il volume è un'esplorazione delle funzioni adattive dell'emisfero destro e descrive non solo gli affetti e la regolazione affettiva all'interno della mente e del cervello, ma anche la comunicazione e la regolazione affettiva tra una mente e l'altra e tra gli emisferi. Allan Schore mostra come nei primi collegamenti neurobiologici e affettivi tra caregiver e bambino nei primissimi anni di vita, così come nella psicoterapia, l'emisfero destro sia preponderante. Dal legame di attaccamento alla pratica clinica, contenuti consci e non consci passano tra gli emisferi destri dei due partecipanti, attraverso meccanismi di enactment, regressioni indotte dal terapeuta e dinamiche relazionali, neurobiologiche, intersoggettive come l'insight, l'empatia, lo scambio corporeo relazionale e la percezione globale anche inconscia o implicita, tutti processi in cui l'emisfero destro è dominante.
36,00

Ripararsi. Visioni per la riabilitazione ai tempi della trasformazione

Elena Cavaciocchi

Libro: Copertina rigida

editore: Enea Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 313

"Ripararsi" è un'opera che prende in esame il tema della riabilitazione, partendo da un'esperienza condotta in gruppo. Oltre quindici anni di incontri settimanali in cui l'autrice ha lavorato con persone portatrici di svariate patologie: ictus, infarti, incidenti - quindi persone che improvvisamente si sono ritrovate in un corpo diverso da quello che conoscevano; soggetti con patologie neurologiche progressive, che lentamente, ma inesorabilmente, modificano l'assetto fisico, psichico, sociale, economico delle loro vite e di quelle della famiglia; soggetti portatori di disabilità presenti fin dalla nascita.
24,00

Disabilità intellettiva. Definizione, diagnosi, classificazione e sistemi di sostegno

Libro: Copertina morbida

editore: Erickson

anno edizione: 2022

pagine: 152

Questo manuale rappresenta un punto di riferimento fondamentale per quanti lavorano, a diverso titolo, con persone di tutte le età che presentano disabilità intellettiva (Intellectual Disability, ID), termine che ormai da diversi anni ha sostituito quella di «ritardo mentale» (RM). Per «disabilità intellettiva» si intende un disturbo del neurosviluppo caratterizzato da compromissioni del funzionamento intellettivo e del comportamento adattivo. Il volume riporta la sintesi delle più recenti evidenze scientifiche e rappresenta una guida autorevole circa il costrutto di disabilità intellettiva, la definizione, la diagnostica, la classificazione e i sistemi di supporto che la comunità deve fornire alle persone in cui si manifesta e alle loro famiglie.
39,00

Lessico resiliente

Sergio Astori

Libro: Copertina morbida

editore: San Paolo Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 192

La memoria umana, si sa, è labile e la realtà complessa: dopo una pandemia globale, la malattia e la morte vicine, un nuovo clima di guerra, reale e mediatica, che si è instaurato, cosa può significare ancora essere resilienti? Sergio Astori torna a parlare di Resilienza ora che il mondo è cambiato, che la comunicazione è cambiata e questa parola tanto estesa è entrata anche nel linguaggio politico. L'autore fa leva sulle parole che hanno segnato questo cammino, dalla presa di coscienza della vulnerabilità umana alle ferite che ne sono derivate per passare alla cura e alla riparazione. La scommessa della resilienza è quella di cogliere segnali di fiducia, speranza e capacità realizzativa e allora un'attenta rilettura del passato, della sfida, del cambiamento, può segnare, anche nelle parole, il futuro. La testimonianza di Speranza Scappucci, direttore d'orchestra e prima donna a dirigere un'opera al teatro alla Scala di Milano, scrive un nuovo capitolo della resilienza tra cultura, impegno e uguaglianza. Con una conversazione con Speranza Scappucci.
16,00

La fiaba siamo noi. Storie che ci possono salvare

Lella Ravasi Bellocchio

Libro: Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2022

pagine: 217

Come diceva Italo Calvino, le fiabe sono vere. E così La regina delle nevi, Cenerentola, Il pifferaio magico e altre storie dei fratelli Grimm ricalcano i passaggi fondamentali dell'esistenza, mostrano dove andare e come procedere, addestrano alla vita. Dunque, parlano di noi, ognuno ha dentro di sé un racconto che gli assomiglia. Orchi e fate, iniziazione e paura, abisso e speranza; come le storie di analisi, le fiabe si intrecciano nel farsi della vita e ci forniscono ciò di cui abbiamo maggiormente bisogno: parole che ci possono salvare. Ma effetti terapeutici si possono trarre anche dalle favole dei nostri giorni, raccontate nell'immaginario poetico e cinematografico di Emily Dickinson, Federico Fellini e altri. La creatività come cura, in cui tutto è movimento, le narrazioni passano dall'inconscio personale a quello collettivo alla speranza di un lieto fine. Così, oggi, "La fiaba siamo noi" dà un senso alla riscoperta di una possibile salvezza. Come scrive Hillman: "Le parole sono come cuscini, disposte nel modo giusto alleviano il dolore". Prefazione di Sonia Bergamasco.
18,00

L'ordine simbolico della madre

Luisa Muraro

Libro: Copertina morbida

editore: Editori Riuniti Univ. Press

anno edizione: 2022

pagine: 175

Si tratta dell'ordine simbolico che la lingua materna sa fare. Un ordine rivoluzionario, giacché la relazione figlia-madre è cancellata nell'ordine patriarcale; e imparare a praticarla nella vita adulta, sostituendo all'avversione la gratitudine per la madre e per le altre donne che ne continuano l'opera, apre lo spazio per la dicibilità dell'esperienza femminile, altrimenti sottoposta all'adeguamento alla norma e al potere maschile. Questo in estrema sintesi il nocciolo del libro, che dunque mette al centro del discorso non il materno inteso come qualità etica o psicologica, ma la relazione con la madre come forma simbolica, generatrice di forme sociali improntate alla mediazione linguistica più che alla legge.
14,00

Il cervello aumentato, l'uomo diminuito

Miguel Benasayag

Libro: Copertina morbida

editore: Il Margine (Trento)

anno edizione: 2022

pagine: 248

Se l'amore, la libertà, la memoria sono effetti più o meno illusori di processi fisiologici cerebrali, è la stessa unità dell'uomo che oggi sembra disperdersi. L'ibridazione fra mente e computer assicura all'uomo nuovo, dal cervello aumentato, impianti e neuroprotesi con incredibili potenzialità: vedere al buio, udire a distanza, scaricare competenze, recuperare o modificare i ricordi perduti... tutto questo in un momento in cui le promesse storicistiche e teleologiche di un mondo venturo e perfetto sono venute meno una dopo l'altra. Miguel Benasayag tenta in questo saggio di comprendere le ricadute antropologiche di questa rivoluzione, soprattutto nelle sue derive più riduzioniste, alla ricerca di un'alternativa umanistica alla colonizzazione tecnocratica della vita e della cultura.
16,50

Critica della ragione psicoanalitica. Tre saggi su Elvio Fachinelli

Massimo Recalcati

Libro: Copertina morbida

editore: Ponte alle Grazie

anno edizione: 2022

pagine: 144

Elvio Fachinelli è stato un grande psicoanalista italiano, un intellettuale fuori dal coro e impegnato nella vita della città, uno scrittore incisivo e brillante. In questo libro Massimo Recalcati ci restituisce la forza e l'originalità del suo pensiero libero da conformismi e da dogmatismi. La ragione psicoanalitica classica viene sottoposta ad un nuovo tribunale. Non quello austero della critica kantiana, ma quello dell'aperto del mare. Può la pratica della psicoanalisi liberare l'esistenza umana dalla sua passione difensiva per il chiuso? Può interrompere il carattere inesorabile della ripetizione? Può aprire la vita all'incontro estatico con l'illimitatezza della vita?
12,00

Freud e il mondo che cambia. Psicoanalisi del presente e dei suoi guai

Stefano Bolognini, Luca Nicoli

Libro: Copertina morbida

editore: ED-Enrico Damiani Editore

anno edizione: 2022

pagine: 288

La psicoanalisi è ancora viva? Ha compiuto centoventi anni. Per certi versi è molto cambiata, per altri conserva stretti legami con le sue origini. Qual è la sua eredità più preziosa? Stefano Bolognini e Luca Nicoli dialogano sul rapporto tra la psicoanalisi contemporanea e i disagi di oggi, sulla genesi della sofferenza mentale, e sui modi in cui la psicoterapia analitica si offre come chiave di lettura e insieme come cura. E allargano lo sguardo a temi di triste attualità come la guerra, i totalitarismi e la sostenibilità ecologica della civiltà umana. Restituendo a una delle grandi rivoluzioni del XX secolo un ruolo centrale nell'indagine intorno all'uomo e al suo sofferto ed entusiasmante stare al mondo.
18,00

Il narcisismo patologico

Luca Valerio Fabj

Libro: Copertina morbida

editore: Giunti Editore

anno edizione: 2022

pagine: 240

Il narcisismo, nelle sue varie espressioni di condizione narcisistica, narcisismo patologico e disturbo della personalità, oltre che di status narcisistico sociale sempre più imperante nel contesto della cultura occidentale, è un tema di profonda attualità. In questo libro, l'autore centra l'attenzione con estrema chiarezza sul significato che ha oggi parlare di narcisismo, proponendone una lettura scientificamente orientata e documentabile. Il narcisismo viene discusso e definito nella sua eziopatogenesi, spaziando tra i diversi modelli interpretativi di stampo psicoanalitico proposti nel tempo; successivamente, vengono descritti i metodi riconosciuti efficaci per il trattamento, anche se lo strumento principale rimane quello dell'interpretazione della "relazione" (costruzione dell'alleanza, contratto terapeutico) tra terapeuta e paziente nel qui e ora della seduta. Il libro, fruibile da un ampio pubblico e ben organizzato, offre una vera e propria formazione sul tema del narcisismo patologico.
22,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.