Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Libri di Guido Melis

La macchina imperfetta. Immagine e realtà dello Stato fascista

La macchina imperfetta. Immagine e realtà dello Stato fascista

Guido Melis

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2021

pagine: 616

Lo Stato fascista studiato nei suoi meccanismi essenziali. I cambiamenti e le continuità che lo caratterizzarono: nei ministeri, nei nuovi enti pubblici, nel rapporto contraddittorio fra centro e periferia. E in primo piano il nuovo soggetto che ambiguamente penetra nello Stato e al tempo stesso se ne lascia penetrare, statalizzandosi: il Partito fascista. E poi le élites, fra continuità e innovazione: burocrazie, gerarchie politiche centrali e periferiche, magistrature ordinaria e amministrativa, podestà, sindacalisti e capi delle corporazioni, autorità scolastiche, sovrintendenti alle belle arti, uomini dell'impresa pubblica e del parastato. Uno Stato ben lontano dall'essere la «macchina perfetta» che vorrebbe sembrare. Un affresco ricco di particolari da cui emerge una visione complessa di quel che volle e non riuscì a essere lo Stato. Stato «fascista» ma al tempo stesso Stato «nel fascismo».
20,00
Dentro le istituzioni. Idee, giudizi, critiche, proposte

Dentro le istituzioni. Idee, giudizi, critiche, proposte

Guido Melis

Libro: Libro in brossura

editore: Il Mulino

anno edizione: 2023

pagine: 240

Le leggi, troppe e troppo spesso incomprensibili, il governo ingessato, i ministri talora inadeguati, il funzionamento imperfetto dello Stato, il personale quasi mai all'altezza, la lingua cavillosa e vacua, le procedure interminabili, la contabilità minuziosa ma spesso incapace di arrestare la corruzione, il conservatorismo di fondo. Insomma, i deficit della statualità italiana, giacché non basta emanare leggi: le norme, come scriveva già Montesquieu, sono come grandi reti capaci di catturare le mosche ma lacerate dalle ali degli uccelli. In questo libro Guido Melis propone una raccolta commentata di giudizi, analisi penetranti, interventi di studiosi e politici, polemiche, critiche e proteste, messe in ridicolo della burocrazia. Ma anche apprezzamenti e sagge proposte di riforma, idee nuove che per un attimo hanno prevalso e occasioni perdute per metterle in atto. Insomma, un viaggio volutamente non sistematico all'interno della questione istituzionale italiana, nell'intento di offrire, attingendo alla memoria del passato più o meno recente, motivi di riflessione su un problema apparentemente eterno e irresolubile.
24,00
Storia dell'amministrazione italiana

Storia dell'amministrazione italiana

Guido Melis

Libro: Libro in brossura

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 656

La storia dell'amministrazione come capitolo centrale della storia d'Italia dal 1861 a oggi. Utilizzando gli archivi ma anche le leggi, le circolari e gli atti ufficiali, le memorie e gli epistolari e persino, più di recente, le interviste in video dei capi di gabinetto, il volume propone un affresco delle poche virtù e dei molti vizi dell'apparato burocratico italiano nella sua ultrasecolare evoluzione. Lo Stato stampella dello sviluppo, la meridionalizzazione del personale con Giolitti e dopo, i tentativi di riforma e la loro sconfitta, la vita materiale degli impiegati e la loro speciale cultura, i grandi funzionari, il fascismo, lo Stato imprenditore, la Repubblica, gli enti pubblici, le Regioni: il libro ripercorre il lungo e contrastato cammino della pubblica amministrazione che dall'Unità arriva alla crisi attuale.
35,00
La storia delle istituzioni. Una chiave di lettura

La storia delle istituzioni. Una chiave di lettura

Guido Melis

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 2020

pagine: 196

Viaggio insolito (e anche molto personale) nella storia delle istituzioni: origini, metodi di lavoro, definizione del campo, percorsi, “contagi”, contributi fondamentali, risultati. Non tanto le articolazioni universitarie (le cattedre negli atenei) quanto gli studi, i dibattiti, le bibliografie. Maestri italiani e stranieri, “scuole” e gruppi di lavoro, riviste, editori, congressi, indirizzi di ricerca, polemiche; soprattutto benefici “contagi” con discipline più o meno affini. Alla fine la storia delle istituzioni appare un filone di ricerca insieme laborioso e spregiudicato, capace di imboccare strade talvolta inesplorate. La sua “identità” è stata – fortunatamente, qui si ritiene – più “debole”, la sua composizione interna più varia e “meticcia”, la sua strategia degli studi più favorevole agli incroci e alle contaminazioni rispetto ad altre discipline. Debolezza, dunque, ma anche forza della storia delle istituzioni è stato saper varcare i confini tradizionali tra i campi di studio, rifiutare i paradigmi rigidi, innovare di volta in volta contenuti e metodo d'approccio. Doti preziose nei tempi attuali, quando, mutando velocemente la realtà, contano la flessibilità, la prontezza o meno con cui si reagisce al cambiamento, la rapidità con la quale si adattano i propri criteri per interpretare il mondo.
19,50
Fare lo Stato per fare gli italiani. Ricerche di storia delle istituzioni dell'Italia unita

Fare lo Stato per fare gli italiani. Ricerche di storia delle istituzioni dell'Italia unita

Guido Melis

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2015

pagine: 304

Fra i maggiori esperti della macchina statale italiana, cui ha dedicato numerose e innovative ricerche, Guido Melis ha raccolto in questo volume i suoi più importanti contributi su tre aspetti cruciali di storia istituzionale: la nascita e lo sviluppo del sistema amministrativo nei primi decenni preunitari, indagati tanto nell'opera di riforma quanto negli uomini e nelle strutture; la condizione delle istituzioni pubbliche nel Ventennio, ossia la misura del loro adeguamento al regime fascista; infine il ruolo complessivo che il sistema amministrativo ha avuto e ha nella storia del nostro paese.
24,00
La burocrazia

La burocrazia

Guido Melis

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2015

pagine: 129

Le logiche degli apparati burocratici sono davvero così inesorabili e ostili al cambiamento? Il libro ricostruisce l'evoluzione della burocrazia italiana da Cavour a oggi, ne elenca i mali vecchi e nuovi ma mette anche in rilievo i due fattori che possono essere decisivi per riformarla: l'integrazione europea e la nuova cultura della rete che sta plasmando i modi di lavorare e i modelli organizzativi.
11,00
Romeni. La minoranza decisiva per l'Italia di domani

Romeni. La minoranza decisiva per l'Italia di domani

Alina Haria, Guido Melis

Libro: Libro in brossura

editore: Rubbettino

anno edizione: 2009

pagine: XII-171

I romeni: quanti sono, chi sono, da dove vengono, come e dove vivono e lavorano, cosa pensano di se stessi e degli italiani, quali sono le loro simpatie politiche, quali preoccupazioni e speranze nutrono per sé e per i propri figli. Attraverso una serie di interviste e l'attenta ricognizione della cronaca (non solo di quella nera) emerge la realtà di un popolo di quasi un milione di persone, con le sue ansie e le sue passioni: un popolo che qualcuno vorrebbe rappresentare sotto l'etichetta di "delinquenti naturali", ma che rifiuta con sdegno tale definizione, considerandola un insulto. Parlano in prima persona le ragazze e i ragazzi, i giornalisti corrispondenti di Bucarest a Roma, il vescovo greco-ortodosso e il suo clero, gli imprenditori a capo delle 27.000 aziende romene in Italia, i musicisti, gli operai, i lavoratori dell'agricoltura, le colf e le badanti. È un'umanità ricca di cultura, orgogliosa della sua identità e animata da una volontà di riscatto che si traduce nella richiesta di una sempre maggiore integrazione. La porzione più consistente dell'immigrazione straniera in Italia e la più numerosa componente di quella comunitaria (anche se troppo spesso trattata come se non lo fosse).
14,00
La macchina imperfetta. Immagine e realtà dello Stato fascista

La macchina imperfetta. Immagine e realtà dello Stato fascista

Guido Melis

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2018

pagine: 616

Lo Stato fascista è studiato qui nei suoi meccanismi essenziali. I cambiamenti e le continuità che lo caratterizzano: nei ministeri, nei nuovi enti pubblici, nel rapporto contraddittorio fra centro e periferia. E in primo piano il nuovo soggetto che ambiguamente penetra nello Stato e al tempo stesso se ne lascia penetrare, statalizzandosi: il Partito fascista. E poi le élites, fra continuità e innovazione: burocrazie, gerarchie politiche centrali e periferiche, magistrature ordinaria e amministrativa, podestà, sindacalisti e capi delle corporazioni, autorità scolastiche, sovrintendenti alle belle arti, uomini dell'impresa pubblica e del parastato. Uno Stato ben lontano dall'essere la «macchina perfetta» che vorrebbe sembrare. Nell'affresco, ricco di particolari, emerge una visione complessa di quel che volle e non riuscì a essere lo Stato. Stato «fascista» ma al tempo stesso Stato «nel fascismo».
38,00
La burocrazia

La burocrazia

Guido Melis

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2003

pagine: 111

Il volume ricostruisce l'evoluzione della burocrazia italiana e dei suoi uomini dai tempi di Cavour ai giorni nostri, seguendo quattro percorsi. Innanzitutto una riflessione quantitativa sui periodi di crescita e di contenimento del personale; sono poi considerate le diverse culture professionali; quindi i livelli di reddito, gli stipendi, le rivendicazioni sindacali; infine la sociologia e l'antropologia del burocrate: il suo stile di vita e prestigio sociale, il suo rapporto con la politica. L'ultima parte presenta e discute le recenti riforme amministrative (dalle riforme Bassanini a quella del Titolo V della Costituzione) che hanno introdotto grandi elementi di novità nella struttura dello stato italiano.
9,80
Uomini e scrivanie. Personaggi e luoghi della pubblica amministrazione

Uomini e scrivanie. Personaggi e luoghi della pubblica amministrazione

Guido Melis

Libro

editore: Editori Riuniti

anno edizione: 2000

pagine: 240

Questo libro ritrae la burocrazia italiana così com'è, e come è stata lunga tutta la nostra storia unitaria. Documenta l'immagine dell'eterno travet, ma indaga anche oltre. Coglie la fisionomia intelligente e operosa dei servitori dello Stato che cent'anni fa hanno contribuito a fare l'Italia; propone il piglio volitivo di quei funzionari che all'inizio del Novecento sono stati pionieri dell'igiene pubblica, delle assicurazioni sociali, della bonifica, della prima tutela del lavoro; documenta il ritratto di gruppo dei formatori degli enti pubblici, dei riformatori dello Stato, dei tecnocrati dello Stato imprenditore.
14,46
Storia dell'amministrazione italiana (1861-1993)

Storia dell'amministrazione italiana (1861-1993)

Guido Melis

Libro

editore: Il Mulino

anno edizione: 1996

pagine: 596

L'autore prende le mosse dal quadro delle amministrazioni degli stati preunitari e dalla riforma Cavour dell'amministrazione sabauda che getta la prima base di quello che di lì a poco sarà l'assetto dell'amministrazione del Regno d'Italia. Scandisce poi la sua storia secondo le fasi successive della Destra storica, della Sinistra fino a Pelloux, dell'età giolittiana, della guerra e del fascismo, infine dell'età repubblicana. Caratteristica della ricostruzione di Melis è l'attenzione data alle concrete figure dei dirigenti e dei funzionari, all'immagine sociale della burocrazia, al suo ruolo nelle vicende italiane.
35,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.